la consapevolezza del proprio corpo

Secondo Lowen, la base di ogni realtà, e  di ogni entità “vivente”, è nei suoi processi energetici. Questi organizzano e attivano ogni potenzialità di movimento, tanto volontario che involontario. È attraverso il movimento che noi esseri umani impariamo a conoscerci, creando differenze e sequenze di movimenti sempre meglio organizzati e finalizzati e osservandone gli effetti. In tal modo, cioè attraverso l’interazione tra l’ambiente interno e l’ambiente cir­costante, si rende possibile l’altalenante sequenza di “stati di coscienza” che chiamiamo sen­timenti ed emozioni. Questi forniscono, a loro volta, la scintilla e la motivazione per l’articolarsi di processi mentali sempre più serrati e, almeno nella nostra cultura, totalizzanti, che culminano nell’esperienza illusoria di un Io stabile e dominante.(Marchino)

Nessun commento