Una nuova occlusione come strumento psicologico per mordere la realtà.

Nessun commento